Proteggiti ora da INFLUENZA E RAFFREDDORE

Cos'è la sindrome da rientro e come affrontarla.

media

COS'è LA SINDROME DA RIENTRO E COME AFFRONTARLA.

  • 01/09/2022

LE VACANZE SONO FINITE? AFFRONTIAMO LA SINDROME DA RIENTRO!

Dopo aver aspettato con impazienza le vacanze estive, facciamo il nostro viaggio preferito oppure restiamo a goderci il silenzio e la tranquillità della nostra città ma, al ritorno alla solita routine, ci assale un senso di inquietudine, governato da malessere e tristezza: e la SINDROME DA RIENTRO. Parliamone! 


COME POSSIAMO FARE PER VIVERE QUESTO “MOMENTO” CON MAGGIOR SERENITÀ?

Capita di sentirci subito sotto stress, stanchi, nervosi, con difficoltà a prender sonno e bruschi cambi di umore. Purtroppo, negli ultimi anni, la SINDROME DA RIENTRO è in forte aumento: le vacanze si sono accorciate, e molti le fanno portandosi dietro il lavoro da fare, altri sono e restano in tensione anche nei pochi giorni di mare o montagna che riescono a concedersi, altri ancora vivono il loro tempo con lo scandire dell'orologio anche in giornate non lavorative. Viviamo nella società della fretta, degli impegni e degli orari prestabiliti, e gli affanni e le corse prendono il sopravvento sul resto delle cose. Per il ritorno al lavoro, o alla vita di tutti i giorni, passiamo del tempo fuori! Complice il sole, il nostro umore ne risentirà positivamente. Possiamo praticare degli sport outdoor con leggerezza, come una passeggiata veloce oppure raggiungere il posto di lavoro a piedi, o ancora uscire in pausa, magari per svolgere commissioni, o prendere un caffè nel nostro bar preferito, che non è proprio dietro l’angolo… 


UN CAMBIAMENTO GRADUALE

Rientrare dalle ferie non vuol dire rinunciare al tempo libero, anzi dovremmo pensare a come sfruttarlo al meglio! Cerchiamo di ritagliarci dei momenti in modalità vacanza, anche durante l'anno. Se non possiamo partire a breve termine, rifugiamoci nel parco della città, passiamo una giornata in campagna, pranziamo in un agriturismo, andiamo a cenare in un posticino nuovo che hanno appena aperto poco distante da casa nostra, insomma regaliamoci un po’ di relax! Il rientro dalle vacanze estive segna una fase di transizione, quindi meglio procedere per gradi. Iniziamo prevedendo qualche giorno libero tra il rientro a casa e la ripresa delle nostre attività, stabiliamo le priorità e diamo precedenza alle più importanti, suddividendo le altre meno urgenti in vari giorni o momenti, ricordandoci sempre di ritagliarci un attimo per noi. 


DIAMOCI UN TONO!

Rimettiamo in ordine il nostro intestino, riconosciuto come secondo cervello, sforziamoci di essere regolari con i pasti ed ordinati nello schema alimentare. Facciamo un'alimentazione sana ed equilibrata, sarà sicuramente d'aiuto nella ripresa del nostro benessere psicofisico, e se possiamo concederci la gioia di uno spuntino o un pranzo all'aria aperta, miglioreremo di gran lunga la nostra giornata lavorativa. La SINDROME DA RIENTRO, essendo una fase passeggera, sarà superata e la sensazione di malessere che l’accompagna avrà vita breve. Accettiamo questo periodo e pensiamo positivo! Seguiamo ritmi regolari, a cominciare dal sonno, scegliamo cibi corretti, come carboidrati semplici, dal miele alla frutta, o complessi, dalla pasta al riso, e approfittiamo dell’uva: ricca di melatonina è ottima per il buon umore. Preferiamo integrare con sali minerali, vitamine ed antiossidanti ed evitiamo di andare a letto con la tecnologia: distrugge il sonno e alimenta l’ansia. Non rinunciamo al weekend, ci riporterà al clima piacevole delle vacanze, aiutandoci a sfruttarne lo stato di grazia. Prendiamoci tempo e non sforziamo, godiamoci la nostalgia delle vacanze! Dopo il sole e l’acqua di mare, dieta scorretta e orari disordinati, la prima cosa da fare e prendersi cura del proprio corpo. 


Ecco alcuni prodotti per aiutarti a combattere la sindrome da rientro.



Prodotti correlati